A luglio qualche CO ha provato ad organizzare e lo stesso sarà fatto dopo l’estate, ma al di là della formula a cronometro che toglie molto alla fase agonistica e allunga i tempi dell’evento in modo esponenziale, la questione più importante é la posizione del presidente del CO. Infatti questa figura diventa responsabile legale nel caso di mancato distanziamento che comporti positività al Covid-19 di partecipanti. Ma come è possibile? Innanzitutto tutto da dimostrare che il “contatto” sia avvenuto in quella circostanza, ma poi sopratutto come può controllare il rispetto del protocollo dopo la fine della corsa? Mette in auto l’iscritto e lo spedisce via?! Nel calcio questa clausola è stata cancellata e speriamo che nessun appassionato organizzatore si trovi coinvolto in qualche denuncia, al contrario la legge, come pensano in tanti, non è eguale per tutti!

Credito running.gazzetta.it – www.mauriziomartinoli.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *